www.lecinqueisole.it - Notizie dalle Isole Tremiti
La storia delle Tremiti, raccontata nei testi del prof. Pio Fumo News dalle isole Tremiti. Come arrivare - orari traghetti, porti d'imbarco. Da non perdere - visita su San Nicola, giri dell'isola, noleggio gommoni, acqua taxi per le cale più belle. Informazioni su hotel, alberghi, camere e bed & breakfast alle isole Tremiti. Ristoranti, pizzerie, cucina tipica. Informazioni, link e numeri utili. home
Notizie - opera di Nicola Di Pardo
Regolamentazione della riserva marina delle Tremiti Archivio del foglio informativo "Notizie dall'Arcipelago". Mappa delle Isole Tremiti Previsioni meteo della settimana Musica, pittura, arte in genere, alle Isole Tremiti Galleria fotografica tremitese, inviaci le tue foto e verranno pubblicate.
   
  -Tremiti News-
 
TREMITI: REGIONE PUGLIA CONTRARIA ALL'ASTA TERRENI EDIFICABILI
23/04/12
Fonte: Repubblica

Il Comune delle isole Tremiti procede all'asta di terreni edificabili per realizzare edilizia sociale. Nonostante le polemiche scaturite dall'avviso pubblico emesso dal commissario prefettizio a marzo, l'iter sta andando avanti ed il 26 aprile, come stabilito, e' prevista l'apertura delle buste. Ma non e' detto che alla fine vada in porto. La Regione Puglia ha contestato la procedura in quanto sui sette ettari di terreni interessati esiste gia' un piano di edilizia sociale e popolare con tanto di progetto.

Scritto nero su bianco dall'assessore regionale all'Urbanistica, Angela Barbanente, L'assessore Angela Barbanentealla commissaria inviata dalla Prefettura di Foggia, Carmela Palumbo, per sostituire Giuseppe Calabrese, sindaco per tanti anni e ''amico'' della Libia a cui le Tremiti sono care perche' qui furono imprigionati e morirono cittadini libici due secoli fa. Tra l'altro a maggio si vota: sono quattro i candidati alla carica di sindaco e quello dell'asta non e' il principale argomento di campagna elettorale visto che il turismo rimane il tema di punta, peraltro nell'anno in cui se ne' andato un ''tremitese'' adottivo doc, il cantautore Lucio Dalla, che aveva eletto le isole a suo ''buen retiro'' estivo e a cui in estate sara' dedicato un memorial.

L'equilibrio su cui l'asta nasce e' fragilissimo: sono in gioco le esigenze di cassa e di ripianamento del deficit pubblico e la tutela di isole affascinanti e perennemente minacciate da trivellazioni petrolifere o speculazioni edilizie.

La leggenda racconta, una delle tante che circolano sulle cosiddette Diomedee, dal nome dell'eroe acheo Diomede, che l'arcipelago sia nato dalle rocce e dai bastioni della citta' di Troia presa e conquistata. I massi scaraventati nel mare diedero vita alle tre isole principali. Ora molti temono che l'asta possa diventare il ''cavallo di Troia'' per una speculazione edilizia. Il Comune spera di ricavare quattro milioni di euro, forse anche qualcosa in piu', in modo da rimettere in sesto le anemiche casse pubbliche. E non teme speculazioni perche' si tratta di ''housing sociale''.

Le aree all'asta sono sulle isole principali di San Nicola e di San Domino anche perche' le altre tre (Cretaccio, Caprara e Pianosa) sono disabitate ed inidonee. Per rintracciare l'avviso pubblico, e' inutile consultare il sito internet del Comune che e' disattivato, causa tagli alle spese. Lo si trova sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia dello scorso 22 marzo. Citando la delibera del commissario straordinario n. 64 del 2 dicembre scorso e la determina a contrarre n. 15 del 18 febbraio, viene indetto dal responsabile del procedimento per l'area Patrimonio per giovedi' prossimo, alle 10 presso l'Aula Consiliare, il pubblico incanto per la vendita dei terreni. Su San Domino, l'isola maggiore dove vivono i circa 500 abitanti, la superficie complessiva del lotto edificabile e' di mq 31.585 con vendita in porzioni di lotto dell'importo stimato in euro 370.536 ciascuno. Su San Nicola il lotto e' unico, esteso mq 37.046 ed in vendita per intero ad euro 363.825, secondo la stima.

Si va avanti, nonostante gli strali dell'assessore Barbanente. Che ha giudicato tutta la procedura come ''illegale'', inviando una nota alla commissaria Palumbo. I suoli Isole Tremiti - Cala delle Areneinteressati, infatti, rientrerebbero in un Piano di edilizia popolare che e' gia' stato redatto e che non possono essere ora venduti al miglior offerente in lotti. Palumbo ha risposto, spiegando le motivazioni tecniche del provvedimento. ''E' una risposta che non ci ha soddisfatto e quindi stavamo ulteriormente rispondendo - sostiene l'assessore regionale all'ADNKRONOS -. Ovviamente bisogna fare molto presto. C'e' la scadenza del 26 aprile. Noi abbiamo chiarito che il piano e' finalizzato solo alla realizzazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica e sociale e quindi e' assolutamente contraddittorio con questa funzione il fatto che si venda il suolo perche' bisognerebbe abbattere i costi piuttosto che innalzarli". "Quindi e' una procedura assurda. Il Comune - aggiunge Barbanente - e' obbligato a fare il bando e ad assegnare quegli alloggi che eventualmente si dovessero realizzare su quel suolo ai residenti nel Comune di Tremiti con reddito, a seconda del tipo di alloggi, conforme alle norme nazionali sull'edilizia residenziale pubblica. Se lo scopo e' sociale, cioe' quello di contenere i costi degli alloggi nella misura del possibile e se acquirenti e affittuari devono essere comunque residenti e a basso reddito, a favore cioe' dei residenti svantaggiati, che senso ha fare l'asta?''.

Anche su questo, all'infuocar delle polemiche, la commissaria aveva precisato di aver dato corso ad un atto tecnico ereditato dalla giunta che qualche mese prima era caduta per le dimissioni contestuali dei consiglieri comunali. Ha piu' volte specificato che la procedura e' corretta e redatta secondo i Piani approvati dalla Regione. Inoltre il Comune delle Isole Tremiti ha un problema di conti da mettere in ordine. E' quanto la commissaria ha risposto alla Barbanente. ''E' stato evidenziato che serve a ripianare il bilancio, non e' stata una risposta soddisfacente'', ribadisce all'ADNKRONOS.

Per l'assessore regionale, inoltre, l'asta e' contraddittoria rispetto alla legge. Quest'ultima sancisce che le aree comprese nel piano di edilizia popolare rimangono Piana di San Domino - Anni 80soggette ad espropriazione per i fini della realizzazione di alloggi a carattere economico e popolare e relative urbanizzazioni. ''Questi suoli sono di proprieta' comunale. Vendono e poi espropriano?'', si chiede Barbanente. ''Il suolo pubblico e' la prima garanzia per contenere il costo del fitto o di vendita dell'alloggio - sottolinea anccora l'assessore -. Quindi una contraddizione in termini che a me non piace proprio. In quella zona non e' possibile fare alloggi destinati a chi non sia residente e che non sia a basso costo, questo deve essere chiaro''

Sta di fatto che ogni volta che un progetto riguarda le Tremiti, i vincoli vigenti ed il fascino delle isole sono una forte motivazione per dire ''no''. Non e' molto lontana nel tempo l'intenzione di realizzare un ponte in legno, una ''passeggiata turistica e commerciale'', tra San Domino ed il Cretaccio. Piu' recente e piu' preoccupante e' il timore di estrazioni di petrolio al largo delle Diomedee. Un rischio che al momento appare scongiurato e che aveva fatto mobilitare lo stesso Lucio Dalla. La Regione, nell'ambito della procedura di valutazione ambientale, ha espresso un chiaro parere ''sfavorevole'' all'istanza della Petroceltic che intendeva effettuare delle prospezioni anche a mezzo di ''airgun'' sottomarini, i ''lanci'' di onde sonore che sono particolarmente dannose per i mammiferi marini e che sono ''sospettati'' di essere una delle cause della morte dei sette capodogli che si spiaggiarono sul Gargano due anni fa.

Le Tremiti sono una riserva marina di pregio oltre ad essere area a forte vincolo nonche' Bandiera blu per la bellezza del mare. Percio' ogni progettualita' diversa e' sin dall'origine osteggiata perche' non compatibile con la sua vocazione naturalistica.

   
  Condividi
   
 
  torna alle notizie
  torna alla home
   
   
 
 
Suggerimenti
 
l'Hotel S. Domino a conduzione familiare è aperto tutto l’anno: si trova all’inizio del paese ed è immerso nel verde...
 
 

Torna alla home-page

 
Associazione le cinque isole ---- Pubblicità ---- Archivio giornale ---- contattaci
 
www.lecinqueisole.it è il sito dell'associazione culturale "Le cinque isole"
 

Tutte i disegni sono dell'artista Nicola Di Pardo

© 2007 www.lecinqueisole.it - tutti i diritti sono riservati