www.lecinqueisole.it - Notizie dalle Isole Tremiti
La storia delle Tremiti, raccontata nei testi del prof. Pio Fumo News dalle isole Tremiti. Come arrivare - orari traghetti, porti d'imbarco. Da non perdere - visita su San Nicola, giri dell'isola, noleggio gommoni, acqua taxi per le cale più belle. Informazioni su hotel, alberghi, camere e bed & breakfast alle isole Tremiti. Ristoranti, pizzerie, cucina tipica. Informazioni, link e numeri utili. home
Notizie - opera di Nicola Di Pardo
Regolamentazione della riserva marina delle Tremiti Archivio del foglio informativo "Notizie dall'Arcipelago". Mappa delle Isole Tremiti Previsioni meteo della settimana Musica, pittura, arte in genere, alle Isole Tremiti Galleria fotografica tremitese, inviaci le tue foto e verranno pubblicate.
   
  -Tremiti News-
 
COMUNE DI ISOLE TREMITI - AVVISO PUBBLICO
26/05/08

Con decreto del Presidente della Giunta Regionale pugliese n° 164 in data 29.02.08, per i territorio boscati della Regione Puglia è stato dichiarato lo stato di pericolosità per gli incendi boschivi valida per l’anno 2008, ai sensi della legge n°353 del 21-11-2000 e della l.r. n°18 del 30-11-2000. di seguito si trascrivono integralmente le disposizioni più significative:

Art.1- per l’anno 2008 è in vigore dal 15 giugno al 15 settembre lo stato di grave pericolosità di incendio per tutti i territori boscati della Regione Puglia, fatta salva la possibilità; in caso di necessità contingenti, di anticipare al 1° giugno e/o posticipare al 30 settembre lo stato di allertamento delle strutture operative.

Art.2- ad integrazione delle norme contenute nel r.d.l. n° 3267 del 30.12.1923, relativo regolamento e delle prescrizioni di massima, nonché dell’Art. 3 della legge n° 353 del 21.11.2000, durante il periodo di grave pericolosità di incendio, in tutte comune delle isole tremiti - avviso pubblicole aree boscate della regione e tassativamente vietato: - accendere fuochi di ogni genere, compresi quelli pic-nic o campeggio, fatta eccezione per le aree appositamente attrezzate e nei casi regolarmente autorizzati dalla regione, - far brillare mine o usare esplosivi; - usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli; - usare motori, fornelli o inceneritori che producano faville o brace; - tenere in esercizio fornaci, discariche pubbliche e/o private; - fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare pericolo mediato o immediato di incendio; - inoltrare auto nel bosco e parcheggio con la marmitta (specialmente se catalitica) a contatto con l’erba secca; - abbandonare rifiuti nei boschi e in discariche abusive.

Art.4- i proprietari e conduttori, a qualsiasi titolo, dei terreni seminati confinati con le aree boschive possono praticare, a norma dell’art.3 della l.r. n°15 del 12.05.1997, la bruciatura delle stoppie, a condizione che lungo il perimetro delle superfici interessate sia tracciata, subito dopo le operazioni di mietitrebbiatura ed entro il 15 luglio, una precesa o fascia protettiva per tutta l’estensione direttamente confinante con boschi e foreste per una larghezza non inferiore a 10 metri e , comunque, tale da assicurare che il fuoco non si propaghi alle aree boscate circostanti e/o confinanti.

Art.5- è fatto obbligo ai proprietari, conduttori, enti pubblici e privati titolari della gestione, manutenzione e conservazione dei boschi, entro il 115 giugno 2008, di eseguire l’apertura, il ripristino, la ripulitura e il diserbo dei viali parafuoco, in particolare lungo le linee di confine a contatto con strade, autostrade, ferrovie e terreni seminati, pascolavi, incolti e cespugliati.

Art.6- i proprietari, i gestori ed i conduttori di campeggi, villaggi turistici ed alberghi, lungo tutta la linea di confine con le aree boscate, sono tenuti entro il 15 giugno 2008, a realizzazione una fascia di protezione della larghezza di metri 20, sgombra di erba secca, sterpi, residui di vegetazione e di ogni altro tipo di materiale facilmente infiammabile, ovvero dovranno adottare idonei sistemi di difesa antincendio nel rispetto delle norme vigenti in materia di sicurezza e salvaguardia della pubblica incolumità; anche mediante dotazioni mobili provviste di cisterne e motopompe, opportunamente attrezzate su mezzi fuoristrada, per eventuali interventi di spegnimento sui focolai che dovessero insorgere ai margini dei rispettivi complessi turistici e residenziali.

Art.9 – le trasgressioni ai divieti previsti dall’art. 2 del presente decreto, saranno punite a norma dell’art. 10 commi 5-6-7-8 della legge n° 353 del 21-11.2000, con una sanzione amministrativa consistente nel pagamento di una somma pari ad un minimo di euro 1.032,91 fino ad un massimo di euro 10.329,14.

Art 10- ogni altra inosservanza alle disposizioni del presente decreto, sarà punita a norma dell’art. 11 della legge n° 353 del 21.11.2000.

Il Sindaco Giuseppe Calabrese

   
  torna alle notizie
  torna alla home
   
   
 
 
Suggerimenti
 
l'Hotel S. Domino a conduzione familiare è aperto tutto l’anno: si trova all’inizio del paese ed è immerso nel verde...
 
Cucina tipica tremitese, pesce locale pescato dal proprio peschereccio, offerte per gruppi e comitive.....
 

Torna alla home-page

 
Associazione le cinque isole ---- Pubblicità ---- Archivio giornale ---- contattaci
 
www.lecinqueisole.it è il sito dell'associazione culturale "Le cinque isole"
 

Tutte i disegni sono dell'artista Nicola Di Pardo

© 2007 www.lecinqueisole.it - tutti i diritti sono riservati