www.lecinqueisole.it - I tremitesi
La storia delle Tremiti, raccontata nei testi del prof. Pio Fumo News dalle isole Tremiti. Come arrivare - orari traghetti, porti d'imbarco. Da non perdere - visita su San Nicola, giri dell'isola, noleggio gommoni, acqua taxi per le cale più belle. Informazioni su hotel, alberghi, camere e bed & breakfast alle isole Tremiti. Ristoranti, pizzerie, cucina tipica. Informazioni, link e numeri utili. home
Le famiglie capostipite
Regolamentazione della riserva marina delle Tremiti Archivio del foglio informativo "Notizie dall'Arcipelago". Mappa delle Isole Tremiti Previsioni meteo della settimana Musica, pittura, arte in genere, alle Isole Tremiti Galleria fotografica tremitese, inviaci le tue foto e verranno pubblicate.
   
  Le famiglie capostipite
   
 

I cognomi che ricorrono attualmente sono i seguenti: Alfarano, Attanasio, Cafiero, Carducci, Casieri, Davino; De Luca, De Martino, De Simone, Greco, Lisci, Napolitano, Pallesca, Pezzella, Pica, Santoro. Esaminiamo, adesso, i rispettivi capostipite:

  • ALFARANO Luigi, giunto a Tremiti nel ...., proveninte da....., all'età di 38 anni sposò, in data 26 Dicembre 1869, PICA Giovanna, di anni 19, figlia del colono Tommaso.
  • ATTANASIO Pasquale, giunto a Tremiti nel 184.., proveniente da Napoli, colono, all'età di 33 anni sposò, in data 23 Agosto 1849, SPINELLI Maria, figlia del colono Nicolantonio Spinelli da Procida, alloggiata al conservatorio - scuola.
  • CAFIERO Francesco, giunto a Tremiti nel 1845, proveniente da Napoli, colono, all'età di 27 anni sposò, in data 14 Aprile 1850, GIANFRANO Anna Maria Raffaella, di anni 17, nata a Napoli, figlia del colono Gaetano, macellaio, da Napoli, alloggiata nel conservatorio - scuola, ove era stata aggregata all'età di 5 anni
  • CARDUCCI Nicola, giunto a Tremiti nel Giugno del 1850, proveniente da Arce (Provincia di frosinone), colono, all'età di anni 27 sposò. in data 18 Luglio 1858, VIZZI Cesaria da Rodi garganico, figlia del marinaio Giuseppe, domiciliato a Tremiti, immigrato da Rodi Garganico.
  • CASIERI
  • DAVINO Camillo, arrivato a Tremiti nel 1844, già sposato con Maria Gugliano, provenienti da Somma Vesuviana.
  • DE LUCA Raffaele, giunto a Tremiti il ...., vedovo di Terse Esposito, proveniente da..., all'età di......sposò, in data 21 febbraio 1863, ESPOSITO Filomena, vedova di Michele Infarolo, da San Severo.
  • DE MARTINO Gaetano, arrivò a Tremiti nel 1849, già sposato con Elisabetta Alterio, proveniente da....
  • DE SIMONE
  • GRECO Vincenzo, giunto a Tremiti nel 1844, proveniente da Napoli, colono, all'età di 38 anni sposò, in data 9 Maggio 1863, DAVINO Anna, di anni 21, da Somma Vesuviana, figlia del colono Camillo (DAVINO Anna aveva 2 anni quando arrivò a Tremiti).
  • LISCI Luca figlio di Antonia Russo da Napoli di anni 33, domiciliata a Tremiti (il cognome LISCi è stato imposto dall'ufficiale dello stato civile), nato il 1° Aprile 1851.
  • NAPOLITANO Luigi, giunto a Tremiti il....proveniente da Napoli, all'età di 32 anni sposò, in data 16 Maggio 1863, Dell'Ala Filomena, di anni 26, da Rodi Garganico.
  • PALLESCA Bernardo, giunto a Tremiti nel 1849, già coniugato con LAURO Paqua, proveniente da Arce(Frosinone), colono.
  • PEZZELLA Carlo, colono, giunto a Tremiti il ...., proveniente da....., all'età di anni 21, sposò, in data 1° Settembre 1850, ESPOSITO Concetta, di anni 17 da Napoli, alloggiata nel conservatorio-scuola (vi era entrata nel 1845 all'età di 12 anni). Pezzella Carlo si risposò, in data 21 Settembre 1857, con MATINO Angela, di anni 17, figlia del colono Antonio, arrivato a Tremiti nel 1844 (la figlia Angela aveva 4 anni)
  • PICA Tommaso, arrivato a Tremiti tra il 1844 ed il 1849, fu raggiunto da MARRAZZO Cecilia, venuta da Napoli.
  • SANTORO Pasquale, colono, giunto a Tremiti il ...., proveniente da Napoli, all'età di 37 anni sposò, in data 1° Ottobre 1863, CAMPANOZZI Angela, di anni 21, da Rodi Garganico, figlia del falegname Luigi, domiciliato a Rodi Garganico.

Si è dunque accertato che le famiglie, provenienti dai deportati o coloni del 1844, si formarono dall'unione dei coloni stessi con donne sicuramente non appartenenti al nucleo di quelle inviate da Napoli per formare la nuova popolazione colonica. Difatti, ad eccezione di Gaetano De Martino, Camillo Davino e Bernardo Pallesca che giunsero a Tremiti già sposati portando dietro mogli e figli, tutti gli altri sposarono giovani ragazze venute dal continente al seguito dei loro genitori, li immigrati per motivi di lavoro, o ragazze uscite dal Conservatorio- Scuola ove erano state ricoverate, ancora bambine, all'atto dell'arrivo dei loro genitori li deportati

In alcuni atti si fa cenno all'invio a Tremiti di 50 donne le quali, nel giro di due o tre anni, si sposarono coi coloni ed ebbero figli ma nessuna delle famiglie cosi costituite ebbe lunga permanenza alle Tremiti. Molte di queste famiglie si estinsero per morte dei loro componenti, altre rientrarono a Napoli dopo la soppressione dell'istituto della deportazione ed altre restarono nel gargano ove si erano recate per lavoro presso i proprietari terrieri. Per queste ultime, si noti che, ancora oggi, tra Foggia, Manfredonia, Vieste ed altri paesi del Gargano esistono cognomi napoletani che è da supporre appartenessero ai coloni provenienti da Tremiti e che formarono la Colonia di S.Agata.

   
   
  Torna alla home
   
   
 
 
Nel lontano....
 
Testi di Gaetano Carducci
tutti gli articoli pubblicati sono tratti dal libro: "Le isole Tremiti, da colonia di confino a comune autonomo (1755-1964)
 
Gli abitanti della prima colonia (1792-1809)
 

La formazione delle prime famiglie

 
Le famiglie capostipite
 
Comincia il Regno d'Italia
 
La popolazione Tremitese ai tempi del Regno d'Italia
 
Relazione Elia (1880) - Affitto delle isole (1881)
 
La costituzione delle isole Tremiti in comune autonomo (1931-1932)
 
Verso nuovi orizzonti. L'amministrazione Avola (1948-1956)
 

Torna alla home-page

 
Associazione le cinque isole ---- Pubblicità ---- Archivio giornale ---- contattaci
 
www.lecinqueisole.it è il sito dell'associazione culturale "Le cinque isole"
 

Tutte i disegni sono dell'artista Nicola Di Pardo

© 2007 www.lecinqueisole.it - tutti i diritti sono riservati
 
Le Cinque Isole